PIANI LOCALI PER IL LAVORO E LA RISORSA GIOVANI

Castrovillari, Lunedì 11 Giugno 2018 - 10:14 di Redazione Castrovillari

PIANI LOCALI PER IL LAVORO E LA RISORSA GIOVANI. 

NELL’INIZIATIVA DEL NEOS POLJ.S  AL CIRCOLO CITTADINO IL DESIDERIO DI METTERSI IN GIOCO DELLE NUOVE GENERAZIONI PROFESSIONALI CHE OFFRONO CONOSCENZE E VOLONTA’ 

 

Il desiderio di mettersi in gioco delle giovani professionalità, vincitrici del bando dei PLL del progetto NeosPol.J.S. che abbraccia ben  59 Comuni: da Rocca Imperiale, sull’Alto Jonio, fino a Scalea sull’Alto Tirreno, con tre comunità montane, l’Ente Parco del Pollino , due distretti rurali, la Diocesi di Cassano allo Jonio ed altri soggetti, privati e pubblici, ha rimesso, riconfermandolocon determinazione,  al centro dell’attenzione possibile, sulle linee programmatiche delle volontà regionali, le vocazioni identitarie millenarie dei Territori da sviluppare e proteggere  come richiedono l’agroalimentare, l’enogastronomia, i prodotti tipici con le eccellenze, il patrimonio etnico-storico-turistico-culturale e l’ambiente naturale che le rendono.

E’ quanto avvenuto nella iniziativa di mercoledì 6 giugno pomeriggio presso il Circolo Cittadino di Castrovillari, città capofila dell’azione che ha raccolto soddisfazione e volontà di andare avanti in questa scommessa a più voci per il lavoro e la crescita del bene comune.

Lo ha affermato il Sindaco, Domenico Lo Polito, nel porgere il saluto richiamando la portata dell’iniziativa per lo sviluppo endogeno dei Territori e l’apporto di conoscenze e nuove tecnologie pronto a innescare fondamentali intraprese. Fattore rilanciato dal primo cittadino di San Basile nonché consigliere provinciale, Vincenzo Tamburi che, anche, a nome del presidente Franco Iacucci, ha sottolineato l’importanza delle pregiate conoscenze che offrono i giovani e questi per lo sviluppo locale, come ribadito ancora daldirigente del Settore Piani Lavoro e Sviluppo e Politiche Territoriali della Regione, Cosimo Cuomo, e rimarcato dal presidente dell’Ente Parco del Pollino, Mimmo Pappaterra il quale ha espresso pure l’orgoglio e la gratitudine che s’innalzano da queste Zone per tali iniezioni di capacità e caparbietà nell’approcciare tutto ciò che concerne lo sviluppo, la promozione, la salvaguardia e la crescita delle specificità esistenti.

Le testimonianze e presentazioni, per l’autoimpiego e per la creazione d’impresa, variegate, interessanti, fortemente caratterizzanti e legate alla sostenibilità del patrimonio nonché a ciò che offre la Terra per i manufatti che distinguono il made in Calabria da decenni, hanno spinto pure il Vescovo della Diocesi di Cassano allo Jonio, monsignor Francesco Savino, nel proprio accorato contributo, a riaffermare che tutto questo è la Carne di quella Speranza in azione che si serve di ciascuno di noi, della nostra creatività ed intuizione per suscitare lavoro libero e solidale che non possono fare a meno della sussidiarietà, fondamentale, insieme ad altri fattori sostanziali, per la crescita della Calabria, come lo sono la formazione, l’umiltà nell’operare mettendosi in gioco e facendosi guidare da quella sana curiosità che è importante- ha aggiunto- non far spegnere  e non farsi rubare. Elementi che rendono quell’etica della responsabilità la quale vuole ciascuno impegnato nel metterci la propria faccia per creare azioni virtuose, inclusive e dove l’altro è sempre un bene prezioso da non perdere.

Questa la sfida e la consegna lasciata dal momento (supportato dalle prodigalità della tutor Beatrice Zagarese)come ripreso nelle conclusioni da Giuseppe Campisi, responsabile Por FSE della Regione per la Linea d’intervento Mercato del Lavoro, e rilanciato da Francesco Arcidiacono, direttore del GAL Pollino che hanno ringraziato purei 22 giovani, presentatori dei progetti e delle strategie ideate.

Li ricordiamo, sono:  Anna Amato, Rosita Cersosimo, Rosangela Curcio, Graziella D’Acri, Giuseppe Doni, Valentina Fondacaro, Giuseppina Valeria Mazzillo, Annamaria Francesca Mete, Valeria Minasi, Michele Naso, Vincenzo Roma, Giovanvincenzo Solano, Carmine Tufo, Francesco Antonio Zaccaria, Michele De Rose, Antonella De Rosis, Pietro Gaudio, Maria Romilda Marsiglia, Mariapiera Mele, Alessia Pignataro, Domenico Regina e Francesco Salomone.

Queste le “Nuove risorse e nuove opportunità per il nostro Territorio” come ha  richiamato il motto dell’incontrofacendo riferimento al loro alto profilo formativo, a sostegno delle vocazioni dei Territori e per l’occupazione duratura.

NeosPol.J.S., realizzato in collaborazione con il Gal Pollino Sviluppo, è  arrivato al primo posto in Calabria nel 2014 grazie a questa forte idea,ed impeto proposto e impresso,di creare impresa  mettendo a disposizione della propria Terra competenze e  disponibilità in rete.

L’iniziativa ribadisce l’imprescindibilità di questi fattori e percorsi per ogni sviluppo che si rispetti al fine di rendere armonioso un patrimonio d’identità che deve divenire sempre piùstimolo a fare bene e insieme.

 

 

 



Testata Registrata al Tribunale Catanzaro N.R. 1078/2011 N.R.S. 12   |   Direttore Responsabile Alessandro Manfredi   |   P.Iva 03453040796 Media Web srls
Tutti i diritti riservati ©   |   Autorità per le garanzie nelle comunicazioni - ROC NR. 21658 2code 2code